Fondatori: Venne La prova

“Nei primi anni della fondazione ci aspettava una prova molto dura, fu la prova del fuoco, dalla quale uscimmo per grazia di Dio, perché mai cercammo altra cosa che non fosse la pura gloria di Dio.

Le prove che il buon Dio volle inviarci venivano dalle autoritá ecclesiastiche della cittá. Alcuni sacerdoti influenzarono tanto l´Arcivescovo, che riuscirono a mettere in pratica i loro piani per pregiudicare la nuova Fondazione: Essi volevano che il Padre Fondatore e le Suore rinunciassero a tutto ció che avevano, in beneficio di alcuni sacerdoti della Diocesi.

Quello che l´autoritá ecclesiastica voleva contro di noi era dal maligno. Gli incaricati di fare questa persecuzione erano sacerdoti che cercavano come realizzare il loro intento, cioé, distruggere l´opera di Dio: ci riuscirono in parte perché cercavano di instillare nel cuore delle suore il disordine, in modo che diventassero indisciplinate con i loro superiori. Il loro fine era che le suore perdessero il rispetto e la venerazione con i Fondatori: Padre Dario e Madre Eusebia.

Nel  1907 Padre Dario fu sospeso á divinis´, cioé, fu proibito di celebrare l´Eucaristia. In questo tempo fu inviato a fare gli Esercizi Spirituali con i Padri Gesuiti. Al suo ritorno, pressionato dalle autoritá ecclasiastiche, Padre Dario Bognetti fece la rinuncia di tutti i suoi beni come voleva l´Arcivescovo. Subito il giorno dopo ricevette il decreto di celebrare di nuovo l´Eucaristia.

Il nostro venerato Arcivescovo voleva che anche le suore rinunciassero ai loro beni. La Divina Provvidenza guidó tutto secondo la volontá di Dio. Egli ordinó a Padre Dario di lasciare la casa e passare a celebrare in  un´altra chiesa della cittá, e a Madre Eusebia fu proibito di far funzionare la cappella.

Siamo rimasti tre anni senza Gesú sacramentato nella nostra piccola cappella. Mentre succedeva tutto questo, i poveri aumentavano sempre piú e anche le suore per accogliere i malati.

Dopo di molto dolore a soffrimento ritornó la pace: L´Arcivescovo si riconcilió con noi, dicendo che tutto non passava di un ´mal inteso´”.

La Congregazione fioriva sempre piú sotto la benedizione di Dio e la guida dei suoi Fondatori: Padre Dario e Madre Eusebia.

(dall´ Autobiografia di Madre Eusebia - Fondatrice)

Leia também